Aromatiche

Una volta il giardino doveva ospitare, per necessità, piante aromatiche e medicinali.Tutte queste piante venivano chiamate « dei semplici ». In realtà, secondo il dizionario, questo nome maschile plurale va applicato in particolare alle specie medicinali. 

Oggi, massaie in testa, tutti amano poter disporre di erbe fresche che non possono mancare nella preparazione della maggior parte dei nostri piatti. 

Per altro, accantonarle soltanto a questo ruolo significherebbe sotto-stimarle e privarsi di altre soddisfazioni sotto l'aspetto visivo. 

Si prestano mirabilmente, infatti, per la realizzazione di giardini regolari e si inseriscono con grazia nei lastricati. Associate a qualche pianta perenne o a qualche annuale, creano effetti decorativi pittoreschi, perfettamente adatti ai giardini di piccole dimensioni.

L'utile e il dilettevole si uniscono quindi per la soddisfazione del giardiniere. 

Più familiari rispetto a tutte le altre piante, possiedono un nome comune conosciuto dai più. Il nome latino è certamente meno utilizzato e per questo la presentazione verrà fatta seguendo l'ordine dei nomi comuni.

Alcune delle nostre piante aromatiche:

Basilico, Coriandolo, Dragoncello, Erba cipollina, Lavanda, Maggiorana, Melissa, Menta, Origano, Prezzemolo, Rosmarino, Rucola, Salvia, Timo


Le 5 aromatiche più facili da coltivare

Il Rosmarino
Il rosmarino cresce bene in ambienti temperati con inverni brevi e non troppo freddi. Mettete a dimora questa pianta in un terreno sciolto che non permetta la formazione di ristagni idrici, molto dannosi per la salute del rosmarino.
Potatelo ogni anno eliminando i vecchi rami lignificati, ma evitate di asportare più di un terzo della vegetazione complessiva. Durante la potatura recuperate delle porzioni di rami per moltiplicare il rosmarino.
La menta è una pianta che si adatta talmente bene a diversi tipi di clima e terreni che in certe situazioni viene considerata un’infestante.
La Menta
Come pianta aromatica, predilige ambienti caratterizzati da estati calde, ma non siccitose, e primavere fresche. Cresce bene in tutti i tipi di suolo ma preferisce terreni permeabili e ben dotati di sostanza organica, con esposizione a mezzombra.
Il Timo
Il timo è un’aromatica presente in tutta la Penisola, dalla Calabria alla Valle d’Aosta. È una pianta rustica che si adatta a ogni tipo di suolo anche se preferisce terreni calcarei e leggeri.
Ama il calore e il sole mentre non sopporta il freddo, tanto che a -12 °C rischi di perire. Durante la coltivazione, non dovrai fare altro che eliminare le erbacce che crescono attorno alla pianta per permetterle di svilupparsi al meglio.
L'Origano
L’origano è una pianta aromatica che può essere coltivata in ogni tipo di terreno a patto che il suolo sia ben drenato e che le sia assicurata una posizione in pieno sole.
Per sopravvivere e produrre non le serve altro, se non qualche irrigazione estiva se la pianta risulta molto indebolita dopo il raccolto di luglio e una concimazione autunnale, con prodotti a base di azoto, dopo il raccolto di settembre. Come sempre, è buona norma asportare le malerbe che si sviluppano attorno alla pianta.
La Salvia
La salvia è una specie rustica che dà il suo meglio in terreni calcarei ben drenati.
Predilige posizione in pieno sole ma soffre moltissimo le alte temperature associate a lunghi periodi siccitosi; come pure non sopporta le temperature inferiori ai - 10°C, potrebbero esserle letali. Eliminate le erbacce che crescono attorno alla pianta ed evita di annaffiare. Vi è concesso irrigare in estate, solo ed esclusivamente se le temperature e la scarsità di piogge pregiudicano la salute della pianta in modo irreparabile.